Susanna si fa i ricci

“Susanna si fa i ricci” è una vecchia canzone popolare, uno stornello dall’origine incerta che si trova in differenti versioni. Perfetta per essere mimata dai bimbi, spesso viene insegnata alla scuola materna.



Papaveri e papere

“Papaveri e papere” una famosa canzone degli anni ’50 interpretata da Nilla Pizzi. Nasconde una satira politica verso i potenti, i “papaveri alti alti”, mentre le papere sono coloro che subiscono il potere; la canzone riscosse un successo grandissimo, e venne tradotta in quaranta lingue.



Jingle Bells

“Jingle Bells” è una tra le più famose canzoni natalizie. Molto orecchiabile, è stata scritta da James Pierpont nel lontano 1857 ed è una delle prime canzoni in inglese che imparano i bambini di tutto il mondo.



La pecora è nel bosco

“La pecora è nel bosco” è uno spiritoso e divertente canto tradizionale veneto. Conosciuto in varie versioni, insegna ai bambini che c’è una causa per ogni cosa. E’ un invito alla ricerca e alla genuina curiosità.



La filastrocca di Cincirinella

“La filastrocca di Cincirinella” è una vecchia canzone popolare italiana ambientata in un contesto rurale dove ancora si usavano i muli per spostarsi…



Madama Dorè

“Madama Dorè” è un’antica filastrocca di origine incerta a cui è abbinato un gioco per bambini. Il grande Fabrizio De Andrè ha citato “Madama Dorè” nella canzone “Volta la carta”, seconda traccia dell”LP “Rimini” pubblicato nel lontano 1978.



Quel mazzolin di fiori

“Quel mazzolin di fiori” è un canto popolare italiano che racconta la storia di una donna abbandonata ed ha una struttura a cori e controcanti. Dall’origine incerta, si pensa che provenga dall’arco alpino, probabilmente dalla Valsugana in Lombardia.



La Rosina bella

La bella Rosina va al mercato a fare compere. Questa canzone popolare in rima e piena di garbo è una delle più famose che le nonne cantavano ai loro nipotini per insegnare loro i giorni della settimana.