La barchetta di carta

Loading...

“La barchetta di carta” è una simpatica canzone dello Zecchino D’Oro edizione 1993 che ci insegna che si può essere capitani anche manovrando una barchetta di carta costruita da un nonno con la pagina di un vecchio giornale.

'La barchetta di carta' testo (lyrics)

stampa

Con una pagina di un vecchio giornale
Là sulla spiaggia un nonno occasionale
Mi ha fatto una barchetta un po’ speciale
Che galleggia superba sul mare.

E’ proprio bella, mi sembra un’ammiraglia,
Mi piace tanto perché mi fa sognare.
Non è mai stanca e si lascia guidare
Per ore ed ore senza brontolare…

Non ci sto dentro, ma sono il capitano
E la manovro con una sola mano.
Solchiamo i mari immensi della fantasia.
Poi torno a casa perché ho nostalgia.

Ho già girato
In lungo e in largo il mondo.
Ma che succede?
La barca si è inzuppata…
Ahimè! La mia ammiraglia è affondata!
Chissà se il nonno me ne farà un’altra…

E’ proprio bella, mi sembra un’ammiraglia,
Mi piace tanto perché mi fa sognare.
Non è mai stanca e si lascia guidare
Per ore ed ore senza brontolare…

Non ci sto dentro, ma sono il capitano
E la manovro con una sola mano.
Solchiamo i mari immensi della fantasia.
Poi torno a casa perché ho nostalgia.

Non ci sto dentro, ma sono il capitano
E la manovro con una sola mano.
Solchiamo i mari immensi della fantasia.
Poi torno a casa perché ho nostalgia.

error
Il testo di 'La barchetta di carta' è di proprietà dei rispettivi Autori. E' consentito l'utilizzo delle lyrics di 'La barchetta di carta' per il solo uso personale. L'intento è quello di promuovere le canzoni per i bimbi italiane e internazionali, farle conoscere e cantare ai bambini. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *